Se siete alla ricerca di un dottore commercialista per l'attività di elaborazione dei dati contabili siete nel posto giusto. Operiamo a Milano e in tutta la provincia sia per piccole o grandi aziende e sia per professionisti. Contattateci al numero 02.40707130

Consulenza contenzioso tributario

Per contenzioso tributario s’intende qualsiasi procedimento giurisdizionale attraverso il quale si regolano controversie di natura tributaria tra il contribuente e l’amministrazione finanziaria. Si tratta di un processo prevalentemente documentale, per cui il ricorrente è chiamato a fornire in maniera dettagliata tutti i motivi del ricorso, mentre la controparte è tenuta a presentare tutte le controdeduzioni necessarie affinché il ricorrente possa conoscere la strategia adottata. Il nostro studio, avvalendosi di professionisti esperti nel settore, offre ai propri clienti anche servizi di assistenza nelle controversie tributarie. Nostro scopo è assistere la nostra clientela in modo professionale e continuo in tutte le fasi del procedimento.

Il contenzioso tributario è attualmente regolato dai decreti legislativi n. 545 e n. 546 del 31 dicembre 1992 (“Disposizioni sul processo tributario”), mediante i quali sono state introdotte delle nuove regole, molto più snelle, nella gestione del processo tributario. In questa maniera, si punta a modellare questo procedimento giurisdizionale sempre più sul processo civile.

Tale processo è articolato in due distinte e autonome fasi di giudizio, in cui le decisioni spettano a una categoria di giudici speciali: nel primo grado ci sono le commissioni tributarie provinciali (CTP), organizzate presso ciascun capoluogo di Provincia e suddivise in sezioni, mentre nel secondo grado previsto dal contenzioso tributario ci sono le commissioni tributarie regionali (CTR), istituite presso ciascun capoluogo di Regione, salvo la presenza di sedi distaccate. A capo di ogni commissione tributaria si trova un magistrato che funge da presidente e che presiede la prima sezione: in caso in cui dovesse occorrere un impedimento o tale magistrato sia assente, si ricorre alla sostituzione mediante il presidente di sezione. Questo vale, però, solo nelle funzioni non giurisdizionali.

Le controversie da un certo valore in poi prevedono l’obbligo per il contribuente di ricorrere a una figura professionale, esperta in materia, che gli dia assistenza. Si può trattare di avvocati, di dottori e ragionieri commercialisti o di consulenti del lavoro, purché non dipendenti dall’amministrazione pubblica. Il nostro studio, grazie al suo staff, è in grado di coprire anche questo servizio.