Se siete alla ricerca di un dottore commercialista per l'attività di elaborazione dei dati contabili siete nel posto giusto. Operiamo a Milano e in tutta la provincia sia per piccole o grandi aziende e sia per professionisti. Contattateci al numero 02.40707130

Consulenza liquidazione aziendale

Per liquidazione aziendale s’intende l’ultima fase di vita di un’azienda, quella in cui si trasforma il suo patrimonio (beni immobili, merce, lettera di cambio, assegni e altro) in denaro, riscuotendo tutti i crediti e saldando tutti gli eventuali debiti. Dopodiché, l’azienda sarà estinta. Una volta pagati tutti i debiti, il residuo attivo – ciò che rimane delle entrate – può essere distribuito ai soci dell’impresa in proporzione alle quote. I motivi per cui si può ricorrere a quest’operazione sono diversi, per esempio, a causa di crisi finanziarie o economiche, per carenza di lavoro oppure per incomprensioni tra i soci.

La liquidazione aziendale può avvenire su base volontaria o per decisione del tribunale, quando si riscontra uno stato d’insolvenza o per via di rilevanti illeciti amministrativi. In ogni caso, va gestita da una persona competente in materia (il liquidatore), di solito un commercialista o un ragioniere, che avrà il compito di indagare sugli affari finanziari dell’azienda, di stabilire quali siano le cause per cui si sta ricorrendo a quest’operazione, indagare su eventuali illeciti, vendere tutti i beni della società e presentare il bilancio di chiusura, chiudendo tutte le posizioni attive e passive. Fatto ciò, si può liquidare la società.

La liquidazione aziendale è, quindi, un procedimento assai complesso e articolato, molto spesso pure piuttosto costoso. Per questo motivo, è necessario rivolgersi a dei professionisti competenti e professionali come quelli messi a disposizione del nostro studio, in grado di fornire alla propria clientela un’assistenza attenta e continua. Molto spesso capita che sia nominato come liquidatore un commercialista o una persona di fiducia dell’azienda stessa, o addirittura uno dei suoi soci. Nel momento in cui una società è messa in liquidazione per decisione del tribunale, allora sarà questo stesso a nominare un curatore che si occupi di tutte le fasi della “messa in liquidazione”. A volte, perché si giunga a conclusione dell’operazione, capita che possano passare perfino anni.